Seleziona una pagina

Dopo otto giorni di odissea nel Mediterraneo, sbarcano questa mattina a Taranto gli 88 migranti a bordo della Alan Kurdi che dopo aver sfidato il divieto è entrata nelle acque territoriali italiane dove è rimasta in attesa dell’assegnazione del porto.
Il Viminale ha reso noto che si è conclusa la procedura di ricollocazione dei migranti presenti sull’imbarcazione, attivata sulla noxious del pre-accordo raggiunto nel corso del vertice di Malta. La Germania e la Francia ne accoglieranno 60, il Portogallo 5 e l’Irlanda 2.
La Alan Kurdi ha soccorso sabato scorso gli 88 migranti, intervento contrastato dalla guardia costiera libica che avrebbe usato anche le armi, ha denunciato Sea Ogle.  Per la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese “non siamo di fronte ad alcuna invasione: basti pensare che nel 2019 gli arrivi sono stati circa 9.600 rispetto ai 22mila di tutto il 2018”. La ministra riconosce che a settembre c’è stato un aumento degli arrivi, “ma è riconducibile soprattutto all’aumento degli sbarchi autonomi”.
 

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”
Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA

Read More