Seleziona una pagina

(ANSA) – ALBA (CUNEO), 4 OTT – Apre i battenti l’89esima
Fiera internazionale del Tartufo bianco d’Alba che fino al 24
novembre richiamerà migliaia di turisti, molti dall’estero,
attirati da uno dei più pregiati prodotti enogastronomici al
mondo e dal ricco programma di attività che fanno parte della
rassegna.   
Il taglio del nastro nel cortile della Maddalena, con la
ministra Fabiana Dadone, il governatore del Piemonte Alberto
Cirio, il sindaco di Alba Carlo Bo e i vertici di Ente Fiera e
dell’ente Turismo Langhe Roero e Monferrato. Cuore della Fiera
il Mercato, con quotazioni trai 350-400 euro l’etto e la
speranza che nuove piogge arricchiscano la produzione. “E una
manifestazione con un programma sempre più ricco”, sottolinea
Liliana Allena, presidente della Fiera. Sullo sfondo il disegno
di legge per riconoscere il marchio Tartufo bianco d’Alba.   
“Battaglia che continuiamo – cube Cirio – anche se difficile
perché molti vorrebbero eliminare la parola Alba come accaduto
con la nocciola tonda gentile delle Langhe”.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Be taught More