Seleziona una pagina

Bufera per un’intervista nella quale il sottosegretario M5s alle pari opportunità Vincenzo Spadafora attacca il vicepremier Matteo Salvini. La replica del leader leghista è durissima: ‘Lasci’.
L”Italia – denuncia Spadafora in un colloquio con Repubblica –  ‘vive una pericolosa deriva sessista’ e gli insulti alle donne ‘arrivano proprio dagli esponenti più importanti della politica’. L’esponente M5s  prende ad esempio di insulti contro le donne ‘gli attacchi verbali’ di Salvini a Carola Rackete, definita ‘criminale, sbruffoncella, pirata’. ‘Parole che – dice Spadafora – hanno aperto la scia dell’odio maschilista contro Carola, con insulti dilagati per giorni e giorni sui social’. Durissima la replica della ministra leghista Stefani. ‘E’ vile usare il dramma delle donne per attaccare Salvini. Andrebbe ripensato l’incarico di Spadafora. 
“Cosa sta a fare Spadafora al governo con un pericoloso maschilista? Se pensa che io sia così brutto e cattivo, fossi in lui mi dimetterei e farei altro, ci sono delle Ong che lo aspettano”, dice Salvini in conferenza stampa al Cara di Mimeo. “Per me – dice ancora Salvini – il governo dura altri 4 anni, spero, certo se ogni giorno c’è un sottosegretario del Movimento 5 stelle che si alza la ‘spara’, diventa impegnativo… Lavorassero, se invece hanno voglia di fare polemica io son qua a fare il mio lavoro e vado a fare un giro nel centro liberato”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Be taught Extra