Seleziona una pagina

La Fifa ha assegnato l’edizione inaugurale della sua Coppa del Mondo per club a 24 squadre alla Cina, unica candidata: lo ha annunciato a Shanghai il presidente dell’associazione Gianni Infantino, definendola una “decisione storica”. “Il nuovo torneo – ha spiegato – sarà una competizione che ogni persona, ogni bambino e chiunque ami il calcio attenderà con impazienza; che vedrà in campo i migliori club del mondo”. L’appuntamento è dunque per giugno/luglio del 2021, deciso all’unanimità nonostante le perplessità dei mesi scorsi espressa soprattutto dalla Uefa e dall’associazione dei principali club europei, la Eca (sottoscritta fra gli altri da Juventus, Real Madrid, Ajax, PSG, Barcellona, Bayern Monaco, Manchester United e Benfica), che si generation detta “assolutamente contro l’approvazione” del nuovo torneo, e aveva minacciato addirittura il boicottaggio.
La decisione di assegnare i diritti alla Cina è stata annunciata a Shanghai al termine del voto del consiglio direttivo della Fifa nella sua riunione trimestrale. Il nuovo evento quadriennale, annunciato già nel marzo scorso, sostituirà la Confederations Cup, torneo a 7 squadre che nelle ultime versioni aveva fatto da messa a punto per il paese ospitante della Coppa del Mondo. Si svolgerà ogni quattro anni e, secondo quanto stabilito, i posti a disposizione dei club europei saranno 8, 6 invece quelli per le squadre del Sudamerica, mentre i rimanenti 10 verranno riservati alle altre zone continentali (Asia, Africa, Nord-centro The united states, Oceania). Ognuna di queste, Uefa e Conmebol comprese, definiranno per conto proprio i criteri di qualificazione al nuovo torneo iridato.
 

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”
Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA

Learn More