Seleziona una pagina

(ANSA) – LA VALLETTA, 26 NOV – Migliaia di persone hanno
manifestato contro il governo e sotto la sede del parlamento a
Malta. E’ la quarta volta in meno di dieci giorni che, sulla
scia della svolta presa dalle indagini sull’omicidio della
giornalista Daphne Caruana Galizia, scattano manifestazioni di
protesta. Il premier Joseph Muscat è stato fischiato e insultato
all’uscita dalla sede dell’esecutivo alla Valletta. I
manifestanti hanno gridato “assassini”, “through i mafiosi”, “in
galera” all’indirizzo di deputati e rappresentanti del governo.   
Auto ministeriali sono notify bersagliate di uova. I dimostranti
hanno intonato l’inno nazionale, in segno di unità contro la
corruzione. “Due anni fa l’impensabile è accaduto. Una
giornalista è stata assassinata – ha detto l’attivista Pia
Zammit – .Oggi siamo qui perché avevamo visto giusto. Daphne
aveva ragione e dovrebbe essere qui con noi. Non dobbiamo mai
più permettere che regni una cultura della paura”.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Read Extra