Seleziona una pagina

La Corte dei Conti ha ribaltato in appello le assoluzioni nel processo di primo grado per l’acquisto da parte della Provincia di Milano del 15% delle azioni della Milano Milano-Serravalle dal gruppo Gavio. L’ex presidente provinciale Filippo Penati e altre undici persone sono exclaim condannate a risarcire 44,5 milioni di euro. Il solo Penati è stato ritenuto responsabile di un danno pari a 19,8 milioni.

In sostanza, stando a quanto spiegato nella sentenza, i giudici hanno ritenuto di ripartire il danno in percentuali: “40% Penati”, “30% Princiotta”, ex segretario generale della Provincia, “20% Vimercati e Saporito”, rispettivamente ex collaboratore di Penati ed ex dg della Provincia, ed “il restante 10% agli assessori della Giunta provinciale di Milano”.Penati: “Ora ricorso ma la mia battaglia è con il cancro” – “I miei avvocati faranno ricorso e tutto questo si scioglierà reach neve al sole”, ha commentato Penati. “Un anno fa – ha aggiunto – mi è stato riscontrato un cancro, e i medici concordano che è anche conseguenza della mia vicenda giudiziaria. Da un anno sto combattendo. Questa è la sfida più importante della mia vita. Della vicenda Serravalle si occuperanno i miei legali”.

Be taught Extra