Seleziona una pagina

Lo yemenita che ha colpito il militare in Stazione Centrale è stato arrestato per terrorismo

Questa mattina un immigrato di 23 anni ha colpito alla gola con delle forbici un militare. Un aggressione choc, l’ennesima in Stazione Centrale a Milano. L’autore dell’aggressione è Fathe Mahamad, un 23enne di origine yemenita. Dopo la folle violenza è stato subito placcato e arrestato dai carabinieri del terzo battaglione Lombardia. Al momento della cattura si è messo a urlare più volte “Allah Akbar! Allah Akbar!”. L’urlo dei terroristi. Tanto è che in serata è stato reso noto che l’immigrato è stato arrestato per attentato con finalità terroristiche, lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Lui si è “guistificato” col pm dicendo di voler “raggiungere il paradiso di Allah”.Ma proprio in queste ore, mentre l’immigrato viene interrogato dal pm Alberto Nobili, responsabile del pool dell’antiterrorismo della Procura di Milano, ha iniziato a circolare sui social il video choc dell’aggressione. Il filmato viene pubblicato da un gruppo Fb pubblico russo e fa rabbrividire. A girare l’agghiacciante video potrebbero essere stati alcuni turisti russi.Quello che è certo è che nei minuti registrati viene ripresa la folle aggressione ai danni del militare. L’immigrato è stato placcato e disarmato grazie all’intervento imemdiato dei carabinieri e di un 52enne senegalese, residente a Milano, che passava per la piazza.

Read More