Seleziona una pagina

MILANO – Non è nemmeno fortunata l’Atalanta nella sua prima avventura in Champions League. Dopo il disastroso esordio di Zagabria, arriva la sconfitta (1-2) anche al Meazza contro lo Shakhtar. Un ko amaro e immeritato che giunge all’ultimo secondo di gioco quando i bergamaschi tentavano di vincerla. Nel primo tempo vantaggio di Zapata dopo che Ilicic si generation fatto parare un rigore da Pyatov. Il pareggio lo firma Junior Moraes, mentre Salomon al 95′ regala i primi tre punti agli ucraini nel gruppo C.

Ilicic sbaglia un rigore, poi ci pensa Zapata
Gasperini recupera Gomez e lo schiera in attacco insieme a Zapata e Ilicic. In mezzo al campo de Roon e Pasalic con Hateboer e Castagne esterni. In difesa Toloi, Palomino e Masiello con Gollini in porta. Castro risponde col 4-2-3-1 con Junior Moraes unica punta supportato da Marlos, Kovalenko e Taison. Davanti alla difesa ci sono Patrick e Stepanenko. Bolbat e Ismaily esterni. Parte forte l’Atalanta con un ritmo altissimo che comunque gli avversari accettano e seguono. Dopo 5′ colpo di testa di Pasalic con palla alta. Al 14′ splendida azione bergamasca con tacco di Gomez per Ilicic che viene steso da Krivtsov: rigore anche dopo il take a look at Var. Batte Ilicic ma Pyatov respinge. L’Atalanta non si scoraggia e attacca ancora e al 28′ Pasalic prende un clamoroso palo; l’azione continua, palla a destra per Hateboer che crossa e Zapata segna anche grazie a un’uscita a vuoto di Pyatov.Il rigore fallito da Ilicic

Pareggia Junior Moraes
Dopo l’1-0 orobico, lo Shakhtar comincia a rendersi pericoloso ma Gollini è bravo su Marlos mentre al 34′ il portiere ferma alla grande Junior Moraes anche se poi viene fischiato un fuorigioco. Al 36′ Gollini blocca anche un tiro da fuori di Patrick, mentre al 41′ nulla da fare per l’Atalanta quando Ismaily imbuca in home Junior Moraes che, solo in home, salta Gollini e insacca a porta vuota per l’1-1. Nel recupero brividi quando Marlos su punizione coglie una traversa piena.

Beffa Solomon
Il secondo tempo è più tattico e si gioca a ritmi leggermente più bassi anche se è soprattutto l’Atalanta a provarci. Dopo un tiro di Gomez parato da Pyatov, Ismaily si gira e cease ma Marlos gli sporca il tiro sul fondo. Quindi Gasperini cambia inserendo Malinovskyi al posto di Ilicic e Gosens per Hateboer. Al 63′ grande probability per gli orobici: lancio per de Roon con tocco a destra per Gomez che crossa basso e Zapata in anticipo in spaccata mette sul fondo. Gollini blocca un tiro di Taison mentre ancora Zapata sfiora il gol ma trova un well-known Pyatov. Gasp si gioca anche la carta Muriel per Masiello arretrando de Roon in difesa, mentre Castro inserisce Solomon al posto di Patrick. L’Atalanta spinge, ma Pyatov ferma Gomez mentre un bolide di sinistro di Malinovskyi termina di nulla sul fondo. Sono 4 i minuti di recupero e con generosità i nerazzurri attaccano alla ricerca dei tre punti, ma proprio al 95′ lo Shakhtar riparte e la sfera arriva in home dove Castagne non riesce e spazzarla con Solomon in agguato che punisce gli orobici.Atalanta-Shakhtar Donetsk 1-2 (1-1)Atalanta: (3-4-1-2) Gollini; Toloi, Masiello (23′ st Muriel), Palomino; Hateboer (12′ st Gosens), De Roon, Pasalic, Castagne; Gomez; Ilicic (12’st Malinovskyi), D.Zapata (57 Sportiello, 4 Kjaer, 11 Freuler, 19 Djimsiti). All.: GasperiniShakhtar Donetsk: (4-2-3-1) Pyatov; Bolbat (48′ st Dodò), Matviyenko, Kyvtsov, Ismaily; Stepanenko, Alan Patrick (24′ st Solomon); Marlos (41′ st Koloplyanka), Kovalenko, Taison; Junior Moraes (1 Shevchenko, 8 Marcos Antonio, 9 Dentinho, 77 Bondar). All.: CastroArbitro: Stieler (Ger)Reti: nel pt 28′ Zapata, 41′ Junior Moraes; nel st 50′ SolomonAngoli: 4-3 per lo ShakhtarRecupero: 2′ e 6′Ammoniti: Kyvtsov, Stepanenko, Ilicic, Junior Moraes, De Roon, Bolbat, Toloi, Malinovskyi per gioco fallosoSpettatori: 25mila circa.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”
Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA

Read Extra