Seleziona una pagina

Crisi di governo, questa mattina alla Digicam si svogerà la riunione dei capigruppo con all’ordine del giorno “comunicazioni del presidente Roberto Fico”. Fico annuncerà che con la crisi aperta si sospende l’attività legislativa. Quasi sicuramemente i deputati 5S insisteranno perché con l’unanimita della Capigruppo si possa comunque deliberare all’unanimità che, essendo la legislatura ancora in essere, domani si voti la legge sul taglio dei parlamentari.

Ma l’unanimità non ci sarà, e comunque già la settimana scorsa Fico – regolamento e costituzione alla mano – sostenne, senza che nessuno si opponesse, che con la crisi allora solo annunciata, si congelava tutto. Questo dovrebbe valere ancora oggi visto che il premier Giuseppe Conte si è dimesso.
A proposito delle paventate divisioni all’interno del movimento, Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli, capigruppo M5S di Digicam e Senato, hanno precisato in una nota di “essere unito e compatto intorno al capo politico Luigi Di Maio”. “Siamo un monolite”, precisano.acquire

Cominciano oggi alle 16 le consultazioni del presidente della Repubblia Sergio Mattarella. A partire dalle 16 al Colle dovrebbero salire i presidenti del Senato, Elisabetta Casellati, e della Digicam Roberto Fico (ore 16,45), subito dopo tocherrà al Gruppo per le Autonomie del Senato (17,30), al gruppo Misto del Senato (ore 18), a seguire il gruppo Misto della Digicam (18,30), e Liberi Uguali della Digicam (ore 19).

Il presidente emerito Giorgio Napolitano, che non si trova a Roma, sarà consultato per telefono. Domani, dalle ore 10, toccherà invece ai enormous: sfileranno nell’ordine le delegazioni parlamentari di Fratelli d’Italia, Pd, Forza Italia; nel pomeriggio, dalle 16, invece toccherà Lega e Cinquestelle. Questi tempi strettissimi stanno a indicare la sollecitudine che anima il Presidente della Repubblica.
 

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”
Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA

Read Extra