Seleziona una pagina

CAMPOBASSO – In visita a Campobasso, la ministra Elisabetta Trenta conferma che si sta cercando una soluzione nelle Forze Armate per coprire il buco di organico ormai gravissimo degli ospedali molisani. Ma – diagram già aveva scritto Repubblica – la situazione non riesce a sbloccarsi. “Stiamo esaminando la possibilità di inviare in Molise medici militari per some distance fronte alla carenza di personale sanitario negli ospedali, ma al momento non abbiamo ancora trovato una soluzione, stiamo continuando a cercarla”.
L’emergenza molisana è venuta alla ribalta ai primi di giugno: a rischio chiusura sono due ospedali per la mancanza di ortopedici, chirurghi, ginecologi e anestesisti.

L’emergenza medici, per i pensionamenti, il blocco del turnover e i pochi giovani disponibili – diagram scritto oggi nell’inchiesta di Repubblica – è estesa però a tutta Italia con reparti che rischiano la chiusura e primari che saranno costretti a fare il turno di notte. E sul tema è intervenuto anche il segretario del Pd Nicola Zingaretti su Fb.
“Non è possibile non garantire la sanità ai cittadini”, cube Nicola ZIngaretti, segretario del Pd. “Anche per questo continuare a fare debiti senza una strategia di sviluppo è da irresponsabili. Torna il rischio di tagli. Bisogna rimettere la salute degli italiani al centro dell’agenda politica dell’Italia senza farsi distrarre dal competition dei litigi e delle proposte senza senso”.  “Noi vogliamo #Quota 10: 10 miliardi di investimenti in più nei prossimi 3 anni; 50 milioni subito sulle scuole di formazione per i giovani medici laureati; un piano straordinario per assumere 10 mila operatori. Questa è delle vere priorità italiane. Con una nuova politica economica e di sviluppo che guarda agli interessi delle persone si può fare”, stop Zingaretti.gain

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Fetch: editoriali, analisi, interviste e reportage. La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.
Saperne di più è una tua scelta
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica

Read More