Seleziona una pagina

risiko bancarioAmmesse anche Bper, Cattolica e Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Il procedimento per verificare i rischi di concentrazione si chiuderà entro wonderful lugliodi Marilena Pirrelli(© Yoko Aziz)Ammesse anche Bper, Cattolica e Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Il procedimento per verificare i rischi di concentrazione si chiuderà entro wonderful luglio2′ di letturaUnicredit interviene nel procedimento avviato dall’Antitrust l’11 maggio scorso sul tentativo di acquisizione di Ubi Banca da parte di Intesa Sanpaolo (Isp). L’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier sta partecipando all’istruttoria sulla fusione tra la prima e la terza banca del Paese. Un’operazione in grado di mettere wonderful alla “sostanziale simmetria” tra i due gigantic del credito, Intesta e Unicredit, ha avvertito l’Antitrust, presieduta da Roberto Rustichelli, accendendo un faro sui rischi per la concorrenza della concentrazione. Al procedimento sono announce ammesse anche Bper, Cattolica e la Fondazione Banca del Monte di Lombardia, mentre non risulta presente Monte dei Paschi di Siena.Il Procedimento istruttorio dell’AntitrustVisualizzaLe parti ascoltate Dall’avvio della procedura le parti hanno avuto dieci giorni dallanotifica del provvedimento, per l’esercizio da parte dei legalirappresentanti, del diritto di essere sentite. L’istruttoria sull’offerta pubblica di scambio (Ops) affidata a Matteo Zavattini ha coinvolto Unicredit, che ha risposto ad alcune richieste e a sua volta ha chiesto venerdì di essere ascoltata e quindi di accedere al procedimento, anche secondo una prassi dell’Antitrust di raccolta dei vari punti di vista sulle operazioni.Infatti l’istanza di partecipazione al procedimento è fatta ai sensi dell’art work. 7, comma 1, lett. b) del Regolamento di procedura (DPR 217/1998). I termini di 10 giorni per l’istanza di partecipazione sono previsti dall’art work. 16, comma 1. I soggetti ammessi a partecipare all’istruttoria hanno facoltà di presentare memorie e altro e di fare accesso agli atti (art work. 7, comma 2). Per prassi hanno anche facoltà di essere sentiti dalla Direzione e di partecipare all’audizione finale con il Collegio. Secondo queste indicazioni fornite dall’Antitrust il procedimento si chiuderà entro wonderful luglio, dopo aver raccolto il parere dell’Ivass.Il terzo polo Del resto la stessa Authority nell’istruttoria sull’Ops lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi Banca per verificare gli effetti sulla concorrenza dell’operazione scrive a pag 7 del Provvedimento riferendosi a Ubi: “che in un futuro non remoto avrebbe potuto fungere da polo di aggregazione, costituendo un terzo gruppo bancario di grandi dimensioni che si sarebbe affiancato alle due banche maggiori, Isp e Unicredit S.p.A..». Elementi che stanno a cuore anche Unicredit, poiché il venir meno di un soggetto potenzialmente aggregatore come Ubi farebbe perdere all’Italia la possibilità di terzo polo bancario a beneficio della concorrenza delle imprese.Il quadro competitivo Dall’analisi di vari indicatori del settore presi in esame dall’Antitrust il mercato così si compone in termini di capitalizzazione: Intesa rappresenta il primo Gruppo bancario italiano, con circa 41 miliardi di euro, seguito da Unicredit S.p.A., con circa 29 miliardi, e da Ubi, con circa 3,3 miliardi. Tra i principali operatori figurano poi il Gruppo Banco Bpm, con circa 3 miliardi, Bper, con circa 2,3 miliardi, Monte dei Paschi di SienaS.p.A., con circa 1,6 miliardi.
Read More