Seleziona una pagina

È morto Francesco Ginese il giovane di 25 anni che venerdì sera si è ferito in maniera grave all’arteria femorale, mentre tentava di scavalcare il muro di cinta dell’università La Sapienza, in viale dell’Università, di fronte al civico 30. Il tutto nell’indifferenza di quanti, in viale della Minerva, hanno continuato a ballare fino a notte fonda, probabilmente senza neanche essersi accorti del rumore dell’ambulanza, che ha trasportato il ragazzo all’Umberto I. Operato nel pomeriggio di ieri, il 26enne non ce l’ha fatta. Il giovane voleva partecipare alla Notte Bianca, il social gathering abusivo organizzato tra le mura dell’università, evitando il pagamento del ticket per accedere alla “disco-Sapienza”. 
Choc alla Sapienza, giovane in fin di vita per entrare al rave: voleva scavalcare la cancellataIl “dolore” della Sapienza. «La Sapienza esprime profondo dolore per la morte assurda del ragazzo che si expertise gravemente ferito nella notte tra venerdì e sabato e manifesta solidarietà alla famiglia, così duramente colpita con la perdita di un figlio brillante e promettente. Si ringrazia tutto il personale del Policlinico universitario Umberto I per l’impegno profuso in queste ore con due difficili interventi chirurgici nel tentativo di salvare questa giovane vita». Così l’Università la Sapienza di Roma.Gara di solidarietà. Per salvare Francesco Ginese, morto dopo essersi l’arteria femorale per entrare un rave all’Università La Sapienza di Roma, expertise subito scattata una gara di solidarietà, anche attraverso i social, per la raccolta di sangue. Anche sulla pagina Fb della “Notte Bianca” alla Sapienza expertise stato rilanciato l’appello di amici e conoscenti di Francesco. «Ieri sera, mentre expertise in corso l’iniziativa, un ragazzo è rimasto ferito in un incidente ed è stato immediatamente soccorso dall’ambulanza prevista per l’evento. Francesco è ora in ospedale e ha bisogno di aiuto. Condividiamo e rilanciamo l’appello dei suoi amici per la raccolta di sangue», expertise stato comunicato. Interrogazione Fdi a Salvini. «Le università non possono essere ostaggio dei collettivi e dei centri sociali. È ormai un problema di ordine pubblico. Se ne occupi il ministero dell’Interno». Così Giovanni Donzelli, parlamentare e responsabile nazionale organizzazione di Fratelli d’Italia, annuncia una interrogazione in commissione al ministro Salvini in seguito alla notizia di un ragazzo di 26 anni gravemente ferito nel tentativo di entrare a una festa all’Università La Sapienza di Roma.Francesco si expertise laureato in Politica internazionale alla Luiss e da qualche  mese aveva trovato lavoro presso una multinazionale a Roma. Originario di Foggia, aveva iniziato a viaggiare per costruire le solide basi per il suo futuro. Aveva sempre un pensiero per la bella e numerosa famiglia originaria. Papà e mamma sono corsi subito da lui alla rianimazione dell’Umberto I. Ma le condizioni del ragazzo erano apparse subito disperate. “Francesco non expertise uno scapestrato”, dicono gli amici e i parenti.  Ultimo aggiornamento: 15: 30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Be taught Extra