Seleziona una pagina

sfida impari in siriadi Roberto Bongiorni3′ di letturaLa sfida è impari. E a meno che non entrino in gioco nuovi attori,l’esito appare scontato. Il confronto militare tra il potente esercito turco e le male armate milizie curdo-siriane, le Ypg, appare advance la lotta di Davide contro Golia. Nella quale però Davide non sembra disporre nemmeno della fionda.Moderni elicotteri da combattimento, caccia, sistemi radar all’avanguardia, carri armati di nuova generazione. E una delle fanterie più grandi al mondo. Quello turco è il secondo esercito della Nato (su 29 Paesi membri), e non solo per numero di effettivi (circa 400mila). Le milizie Ypg non hanno certo l’aviazione, né i carri armati di ultima generazione, tanto meno sistemi radar all’altezza della situazione. «Non abbiamo a disposizione armi pesanti che potrebbero essere utili contro l’aviazione o i carri armati turchi», ha confermato ieri una fonte delle Ypg alla Reuters.Non sono nemmeno così numerosi, circa 35mila quelli inquadrati nelle Syrian Democratic Forces (Sdf), la coalizione multi-etnica di 40mila uomini voluta dagli Stati Uniti per fronteggiare l’Isis. Certo, dalla loro parte c’è il fatto di conoscere il loro territorio, le loro montagne, ma poco di più.Il precedente di Afrin parla chiaro. «Ramoscello d’ulivo», la seconda campagna militare contro le Ypg, scattata nel gennaio 2018, è stata davvero rapida. In meno di due mesi le forze turche sono riuscite ad prendere possesso di uno dei tre cantoni di cui è composto il Rojava, quel Kurdistan siriano che dal 2011 è amministrato in totale autonomia dai curdi (per quanto Damasco non lo riconosca.)Il maggior freno al successo della nuova operazione turca non è rappresentato dal potenziale bellico del nemico quanto dall’impatto sull’economia. Proprio ieri il ministero del Tesoro turco ha precisato che non vede alcun impatto negativo di lungo termine dalla campagna militare in corso, eppure la lira turca ha subito una decisa flessione nei confronti del dollaro, la più alta da agosto.
Be taught Extra