Seleziona una pagina

Orrore all’ospedale San Luca di Lucca. Una paziente ricoverata all’Obi (osservazione breve intensiva), ha trovato un preservativo nel vassoio della cena servita in digicam da letto. La donna ha subito avvertito il personale infermieristico che ha segnalato l’accaduto all’Azienda Usl Toscana nord ovest. Sul caso stanno indagando i carabinieri. Per la Asl si tratterebbe di “un atto doloso”: la presenza del preservativo nella coppa con le mele cotte sarebbe stato “un sabotaggio”. Agli inizi di settembre a una paziente period stata consegnata una fetta di pane con muffa nello stesso ospedale lucchese.
La Asl, informa una nota, ha chiesto formalmente al concessionario di avviare l’iter per “sostanziale e completa revisione dell’affido del servizio di ristorazione” a seguito di “una grave violazione del capitolato di gestione che si è verificato ieri sera con la consegna del vitto della cena”. Sono intervenuti in ospedale i carabinieri di Lucca, che stanno portando avanti gli approfondimenti del caso, “visto anche il ripetersi degli episodi e dell’inequivocabile atto doloso di manomissione/sabotaggio che si è verificato”.

Read Extra