Seleziona una pagina

Firenze, 17 novembre 2019 – La nuova allerta arancione crea disagi e danni in Toscana: la pioggia è caduta incessante su tutta la Toscana per buona parte della giornata di sabato. Ma è nella tarda serata, reach previsto, che il fenomeno si è intensificato, con pioggia fortissima su tutta la fascia tra la Maremma e la provincia di Firenze. 

Monitoraggio precipitazioni Toscana – #allertameteoTOS – 16/11/2019 22: 00 – CFR Toscana – https://t.co/5aPOs6e8om pic.twitter.com/6I4oWLxDEC — AllertaMeteo Toscana (@amtoscana)
November 16, 2019

Proprio la provincia di Grosseto, dopo la giornata difficile di venerdì, ha dovuto di nuovo fare i conti con gli allagamenti. Gargantuan-lavoro per le squadre dei vigili del fuoco di tutta la provincia e del comando di Grosseto in particolare. A Capalbio due persone sono insist soccorse nella loro auto rimasta intrappolata in una strada allagata. Rami di alberi sono segnalati su various strade del Monte Amiata, mentre a causa del vento ci sono ostacoli sulla strada nella zona di Istia d’Ombrone, alle porte di Grosseto. La situazione di Manciano resta la più difficile, dove sono sei le strade chiuse nella tarda serata di sabato per allagamenti. Sono la strada regionale 74, la strada provinciale 101, la strada provinciale 159 Montemerano direzione Scanzano, la strada provinciale Follonata tra Saturnia e Pianetti, la strada provinciale 32 tra Manciano il confine con il Lazio, direzione Farnese, la strada provinciale che da Manciano porta a Vulci. 
A Firenze, reach previsto, l’Arno è salito sopra il primo livello di guardia, raggiungendo i 3,50 metri sull’argine. Il fiume ha raggiunto il secondo livello a Incisa-Figline. Supera il primo livello di guardia, riferisce la Protezione civile della Metrocittà, anche il fiume Bisenzio a San Piero a Ponti ed è già al secondo livello l’Ombrone a Poggio a Caiano.
Attivate le sale del servizio di piena dei Geni Civili Valdarno Superiore e Centrale. Hanno raggiunto poi il secondo livello di guardia l’Ema nella zona di Grassina e Strada in Chianti (ora è in calo) e anche l’Elsa a Poggibonsi. In aumento pure Greve e Pesa.
Riguardo all’Ema da Palazzo Vecchio si precisa che in zona piazza Bacci la Protezione Civile sta effettuando controlli a seguito della piena. Chiusa poi by del Ponte a Iozzi per acqua in carreggiata che ha parzialmente invaso alcune proprietà. Disagi interessano la viabilità per frane ed alberi caduti su buona parte delle strade provinciali del Fiorentino: la strada provinciale 72 è chiusa nel comune di Lastra a Signa, la strada regionale 429 a Petrazzi. La Protezione civile della Metrocittà invita a prestare la massima attenzione negli attraversamenti di sottopassi e dei corsi d’acqua, e a non sostare lungo le sponde per il pericolo di cedimenti degli argini a causa di infiltrazioni..

⚠ATTENZIONE ⚠ In by precauzionale l’Amministrazione ha deciso di chiudere la strada denominata “degli argini dell’Arno” in località Ciliegi e in località Prulli di Sotto dalle ore 22: 00 di stasera fino alla ravishing della criticità. #comunedireggello #reggello #allertameteotos — Comune di Reggello (@comunereggello)
November 16, 2019

In provincia, a Reggello, è chiusa la strada detta “degli argini dell’Arno dalle 22 di sabato fino al termine della criticità.
A Pisa preoccupa la situazione dell’Arno. “Abbiamo appena terminato una riunione operativa in Prefettura – ha detto il sindaco Michele Conti –  stiamo monitorando le possibili criticità conseguenti all’allerta meteo arancione diramata per rischio idraulico, riferita al fiume Arno. I modelli della Protezione Civile prevedono che Pisa sarà raggiunta da una probabile ondata di piena per il pomeriggio di domenica, intorno alle 19. Domattina alle 6 ci sarà un’altra riunione, durante la quale decideremo se mettere in atto il piano della protezione civile per fronteggiare l’eventuale emergenza che si potrà verificare in defective ai cumulati di pioggia che si verificheranno stanotte”.

© Riproduzione riservata

Be taught More