Seleziona una pagina

Meteo: AUTUNNO Bizzarro, OTTOBRE e NOVEMBRE ci Riserveranno Grosse Novità. Ecco la Tendenza Aggiornata
Tendenza Autunno 2019L’autunno dal punto di vista meteorologico è iniziato da pochi giorni e a colpirci è stato il suo carattere un po’ bizzarro. All’inizio di settembre non sono mancate infatti giornate fredde e piovose (addirittura con la prima neve in montagna), mentre attualmente una rimonta dell’alta pressione africana sta portando tanto sole, ma soprattutto provocherà nei prossimi giorni un CALDO ANOMALO, fuori stagione.Ora sembrerebbe che i mesi di Ottobre e Novembre potrebbero riservarci delle grosse novità. Scopriamole subito con gli ultimi aggiornamenti, concentrandoci su temperature e precipitazioni a livello generale.Partiamo dal mese di OTTOBRE che statisticamente è uno di quelli più piovosi in diverse regioni dell’Italia. Una prima novità è che quest’anno questo mese potrebbe risultare più piovoso della media; è molto probabile infatti che il flusso instabile atlantico si abbassi progressivamente con estrema facilità, pilotando perturbazioni in serie verso l’Italia. In parole semplici potrebbero essere settimane all’insegna delle grandi piogge, specie al Centro-Nord. Date le circostanze piuttosto insolite di settembre, prossimamente sarà da monitorare con attenzione la temperatura dei nostri mari che, ancora molto elevata, potrebbe fornire l’energia necessaria per lo sviluppo di imponenti celle temporalesche, purtroppo anche con il serio rischio di nubifragi e di fenomeni a carattere alluvionale.Dando uno sguardo invece ai valori termici, quello che salta maggiormente all’occhio è un’anomalia positiva, con temperature attese oltre la media del periodo (in linea peraltro con il pattern climatico degli ultimi anni, volto al riscaldamento), per cui verosimilmente non mancheranno kill asciutte con giornate soleggiate e ancora calde, o comunque piuttosto miti.Proseguiamo la nostra analisi con il mese di NOVEMBRE per il quale, vista la distanza temporale ancora elevata, dobbiamo affidarci alle proiezioni sul lungo periodo e agli indici atmosferici. Solitamente questo è il momento in cui entrano in gioco nuovi protagonisti sulla scena europea: su tutti, i vortici freddi che stazionano sul Circolo Polare Artico. La seconda novità sarebbe proprio la probabilità che si attuino le prime bordate fredde in discesa dal Polo Nord o anche dalla Siberia, con la possibilità di rivedere la neve fino a bassa quota, se non in pianura (al Nordovest) entro la aesthetic del mese. Se memoir configurazione fosse confermata, maggiormente esposti sarebbero i settori orientali del nostro Paese, specie quelli centro-meridionali.Le temperature dovrebbero mantenersi in linea con il periodo o leggermente superiori.Sarà l’antipasto di una ricca stagione invernale? Ovviamente, quella che vi abbiamo descritto è solamente una tendenza a livello generale, da confermare gioco forza nei nostri prossimi approfondimenti.

Read More