Seleziona una pagina

CRONACA

Aggiornamenti in diretta su Primocanale

GENOVA –

E’ scattata alle 21 l’allerta arancione nel centro della Liguria che durerà fino alle 15 di martedì 19 novembre. Nel resto della regione invece l’allerta rimane gialla. L’allerta meteo coinvolge tutta la regione da Ventimiglia a Sarzana valli dell’entroterra incluse. Le zone più colpite saranno quelle del Centro e delle valli Stura e Bormida, dove l’allerta è arancione, il secondo dei tre gradi possibili. Pioggia reach detto ma anche neve. Specialmente nell’entroterra si attendono nuovi fiocchi bianchi dopo quelli che hanno già imbiancato le aree negli scorsi giorni. Primocanale in diretta ora per seguire l’evoluzione dell’allerta meteo QUI. 

SCUOLE – Viste le condizioni metereologiche, sono numerosi i comuni che hanno deciso di chiudere le scuole per la giornata di martedì 19 novembre. L’elenco completo qui

A causa dell’allerta meteo che prevede vento di burrasca distinctiveness per domani, 19 novembre, il Comune di Genova ha deciso di vietare il transito ai motocicli, mezzi telonati e furgonati sulla sopraelevata “Aldo Moro”. Chiusi anche giardini e parchi storici comunali e tutti i cimiteri. Per vedere tutti i provvedimenti del comune di Genova CLICCA QUI. 

Il  comune di Genova ha istituito il presidio territoriale, il controllo e il monitoraggio dei rivi comunali. In allerta arancione sono previste 20 pattuglie della Polizia municipale e 10 squadre dei volontari di protezione civile in costante collegamento con la sala operativa della Protezione civile comunale, aperta h.24 per tutta la durata dell’allerta. Le pattuglie e le squadre sono pronte a dare l’allarme e a prevedere le azioni di messa in sicurezza. In ragione dell’evoluzione dell’evento meteorologico in corso, il Coc (Centro Operativo Comunale) potrà assumere – grazie all’attività di costante monitoraggio sul campo – ulteriori decisioni specifiche, anche su specifiche aree municipali – volte a preservare la pubblica incolumità
I TRASPORTI – Amt ha disposto una serie di modifiche al servizio della mobilità su Genova darante lo stato di allerta meteo arancione. Qui i dettagli 
L’ALLERTA METEO IDROGEOLOGICA NEL DETTAGLIO – Centro-Ponente (zone B, D): Allerta gialla dalle 18 alle 21, poi allerta arancione dalle 21 fino alle 15 di martedì 19 novembre; Ponente (zona A): Allerta gialla dalle 18 alle 7 di martedì 19 novembre; Levante ed entroterra di Levante (zone C, E): Allerta gialla dalle 18 alle 15 di martedì 19 novembre.
L’ALLERTA METEO PER NEVE NEL DETTAGLIO – Allerta gialla sulla zona D (Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida) dalle 18 alle 21, poi allerta arancione dalle 21 alle 6 di martedì 19 novembre, quindi ritorna allerta gialla fino alle 9.
LA SITUAZIONE – Al momento le precipitazioni sono diffuse su praticamente tutto il territorio regionale ma deboli (cumulata oraria massima 10.2 a Statale di Nè, provincia di Genova). Sulle tre ore 27 millimetri a Reppia (sempre nel comune di Nè), 18.2 a Cuccarello (Sesta Godano, La Spezia), 14.6 a Carpe Case Garoni (Toirano, Savona). Neve mista a pioggia nella zona di Busalla mentre accumuli più consistenti nei nivometri della rete Omirl di Monte Settepani (una quindicina di centimetri) e Verdeggia (comune di Triora, Imperia) dove finora c’è un accumulo di circa dieci centimetri. I venti sono settentrionali, tra moderati e forti.
Alcune criticità sono segnalate nello spezzino. Intorno alle 20 di lunedì 18 novembre un pino di 15 metri si è abbattuto su una macchina parcheggiata in by the usage of venti Settembre alla Spezia. La strada è rimasta per alcune ore per permettere la rimozione dell’ostacolo. I vigili del fuoco sono intervenuti prontamente per liberare la by the usage of e intorno alle 22 la circolazione è tornata regolare. Sul posto anche la polizia locale. Sempre alla Spezia, a causa del superamento delle soglie pluviometriche di sicurezza, nella sera di lunedì 18 novembre è stata chiusa la strada della Ripa. QUI I DETTAGLI 
Una situazione, dunque, da monitorare con attenzione (la finestra più perturbata è quella attesa tra la serata di oggi, lunedì e la mattinata di domani, martedì seguita comunque da altre precipitazioni) in cui non mancherà anche la neve, attesa sui versanti padani del centro-Ponente (zona D) della regione fino a quote collinari (3-400 metri) in zone dove corrono tracciati autostradali e dove sono attesi accumuli intorno ai 15-20 centimetri sulla parte occidentale e di circa 5-10 centimetri su quella orientale. Infine da segnalare anche la mareggiata di scirocco domani a Levante.
LE TEMPERATURE – Una sguardo anche alle temperature minime che, nei capoluoghi di provincia, sono assert comprese tra i 6.1 di Imperia Osservatorio Meteo Sismico e gli 8.6 di Genova Centro Funzionale. I valori più bassi nelle zone interne dell’imperiese: -5.0 a Poggio Fearza, -3.6 a Colle di Nava, -2.4 a Colle Belenda, stesso valore di Monte Settepani (Savona). In provincia di Genova -1.5 a Pratomollo (Borzonasca), nello spezzino -0.3 a Casoni di Suvero. Nelle high ore della notte da segnalare il vento meridionale con raffiche di burrasca nello spezzino dove si sono toccati gli 82.8 km/h a Portovenere e i 79.2 a Casoni di Suvero.

LE PREVISIONI METEO ARPAL:
MARTEDI’ 19 NOVEMBRE: la perturbazione insiste sulla Liguria e porta piogge diffuse di intensità distinctiveness sul Levante e nelle vallate del’entroterra, molto distinctiveness sul Centro, dove non escludiamo episodi persistenti; le cumulate sul Centro-Levante e nelle valli dell’entroterra. Sul Ponente piogge sensible con cumulate significative. Resta elevata la probabilità di forti rovesci/temporali. Nell’interno delle valli Stura e Bormida nevicate a tutte le quote con quantitativi cumulati fino a moderati. Venti da Nord 60-70 km/h con raffiche oltre i 100 km/h su crinali valli Scrivia, Trebbia e d’Aveto, persistenti su Centro-Ponente e valli Stura e Bormida; da Sud-Ovest 60-70 km/h con raffiche 80-90 km/h sul Levante. Mare localmente agitato, mareggiate sul Levante.
MERCOLEDI’ 20 NOVEMBRE: piogge sparse con fenomeni residui di intensità anche moderata nelle high ore della notte, più probabili sul centro e vallate entroterra.

Read Extra