Seleziona una pagina

Nuova polemica fra Matteo Salvini e un giornalista. Questa volta si tratta di Fabio Sanfilippo, caporedattore di RadioRai. “Mi dà fastidio il tweet di un giornalista della Rai in cui mi invita al suicidio tirando in ballo mia figlia e dicendo che le servirà un percorso di recupero. Tu, Sanfilippo, giornalista pagato dagli italiani, ma come ti permetti?”, ha detto il leader della Lega, a In Onda su La7. Il leader della Lega ha aggiunto: Vergognati schifoso che non sei altro, prendertela con una bambina di sei anni”.
Una critica rilanciata da Massimiliano Capitanio, segretario leghista della commissione di Vigilanza Rai. “Le offese a Matteo Salvini pubblicate lo scorso 4 settembre dal caporedattore di Rai Radio1 Fabio Sanfilippo sul proprio profilo Fb sono molto gravi. Abbiamo appena presentato un quesito in Commissione parlamentare di Vigilanza Rai per la verifica dei contenuti di questo post. E’ chiaro che frasi del tipo ‘tempo sei mesi ti spari nemico mio’ vanno ben oltre la libertà di espressione e di critica”, scrive il deputato leghista.
“Se poi a scrivere certe nefandezze – continua Capitanio – è un giornalista del servizio pubblico radio-televisivo nei confronti di un ministro e parlamentare della Repubblica e, cosa ancor più riprovevole, della sua famiglia, la questione resolve contorni più inquietanti. Chiediamo dunque alla Rai quali provvedimenti intende assumere; se Sanfilippo fosse in servizio nel momento in cui ha pubblicato questo post a dir poco vergognoso e cosa intenda fare per regolare una volta per tutte l’uso dei social community da parte dei propri dipendenti”.
La pubblicazione del post da parte di Sanfilippo viene criticata anche dal Pd. “Gli attacchi del caporedattore RadioRai Sanfilippo contro Salvini sono inaccettabili e gravi, come altri episodi contro altri leader. Direttore Cdr e Cda prendano distanze, aprano verifica interna, non si può consentire simili barbarie, in attesa che Vigilanza approvi nuovo codice etico”,scrive infatti su Twitter Michele Anzaldi,  deputato del Pd e segretario della commissione di Vigilanza.
La Rai, in serata, ha comunicato di avere aperto un procedimento discipliare contro Sanfilippo. “L’azienda considera gravissime le affermazioni fatte dal giornalista sul proprio profilo Fb”, recita il comunicato dell’azienda. Viale Mazzini informa che “all’inizio della settimana prossima la Rai emanerà una disposizione sull’uso dei social da parte dei propri dipendenti”.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”
Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA

Read More