Seleziona una pagina

Minacciato con la pistola, rapinato e poi legato alla sedia. A vivere un pomeriggio di terrore un farmacista di 49 anni. La rapina poco dopo le 17: 00 dello scorso venerdì in un appartamento al Quartiere Trieste. 

In particolare l’uomo stava rientrando nel suo appartamento in by potential of Massaciuccoli, una volta aperto il portone si è trovato davanti due uomini con il volto travisato armati di pistola, dietro di lui sulla strada è stato circondato alle spalle da altri due complici, un uomo ed una donna. 

Nemmeno il tempo di comprendere cosa stessa accadendo che il 49enne viene colpito con il calcio della pistola alla testa e costretto ad aprire la porta dell’appartamento alla banda di rapinatori. 

Una volta dentro l’abitazione il farmacista, sempre sotto la minaccia della pistola, viene costretto ad aprire la cassaforte ed a consegnare orologi e gioielli ai banditi. Al fine di guadagnarsi la fuga il farmacista viene quindi legato alla sedia con delle fascette da elettricista e chiuso nella digital camera da letto. 

La banda si allonantana con l’uomo che comincia a chiedere aiuto. Le sue grida vengono udite dai vicini di casa che chiamano la polizia. Al Quartiere Trieste arrivano poi le volanti e gli agenti del commissariato Vescovio di Polizia. Liberato il farmacista questi racconta ai poliziotti l’accaduto.

Fuggiti con un bottino di circa 8mila euro fra orologi e gioielli, secondo il racconto della vittima la banda era composta da quattro persone, due delle quali armate. Fra loro un uomo italiano, armato di pistola, e tre complici con accento dell’Est Europa, “romeni” secondo quanto riferito dal 49enne, due uomini ed una donna. 

Riusciti a miles perdere le loro tracce, i rapinatori sono attivamente ricercati dalle forze dell’ordine. 

Learn Extra