Seleziona una pagina

› MATTEO RENZI

Giovedì 19 Settembre 2019

Matteo ​Renzi ne aveva già parlato con Bruno Vespa durante la sua partecipazione all’ultima puntata di ‘Porta a Porta’ e ora ufficializza nella sua e-recordsdata che con il leader della Lega Matteo Salvini il confronto nella trasmissione di Rai1 ci sarà: «Salvini ha accettato il confronto a ‘Porta a Porta’ tra il 15 e il 17 ottobre».
Renzi, ecco i 41 deputati e senatori che passano a “Italia Viva”: al Senato primo arrivo da FIDi Battista attacca il Pd e avvisa i suoi: non fidatevi, è un partito global Faccia a faccia. «Mi fa piacere che Salvini abbia accettato la proposta di confronto lanciata a ‘Porta a Porta’. Tra il 15 e il 17 ottobre, su Rai1, finalmente ci confronteremo con l’omonino. Sarà divertente». Lo annuncia nell’e-recordsdata Matteo Renzi.Nasce il gruppo alla Digicam. Nasce il gruppo di Italia Viva, il movimento di Renzi, alla Digicam. Al gruppo aderiscono 25 parlamentari: Luca Nobili, Matteo Colaninno, Lisa Noja, Silvia Fregolent, Gianfraco Librandi, Michele Anzaldi, Massimo Ungaro, Raffaella Paita, Marco Di Maio, Maria Elena Boschi, Ettore Rosato, Nicola Carè, Gabrile Toccafondi, Cosimo Ferri, Roberto Giachetti, Maria Chiara Gadda, Lucia Annibali, Sara Moretto, Mauro Del Barba, Luigi Marattin, Mattia Mor, Camillo D’Alessandro, Gennaro Migliore, Vito De Filippo, Ivan Scalfarotto.Partito socialista-Italia viva: «Ok Psi alla formazione del gruppo al Senato con i renziani». È stato costituito un nuovo gruppo al Senato: «Partito Socialista-Italia Viva». Lo annunciano in una nota congiunta il segretario del Psi, Enzo Maraio e il presidente del Psi, Riccardo Nencini. «In merito alle indiscrezioni stampa degli ultimi giorni – hanno specificato Nencini e Maraio – non è mai stata all’ordine del giorno la confluenza del Psi nel movimento che fonderà l’ex premier Matteo Renzi. Il Psi manterrà la sua autonomia politica e la propria identità. Il sostegno del Psi al Governo giallo-rosso rimane responsabile e leale», hanno proseguito. « Il gruppo parlamentare avrà un taglio riformista che rafforzerà la nostra azione politica, nell’ottica dell’allargamento del campo del centrosinistra. Continueremo a vigilare affinché i punti inseriti dai socialisti nel programma di governo siano rispettati, a cominciare da lavoro, sanità, infrastrutture».Renzi: «Family act prima proposta». «Sotto il profilo politico credo che si vinca avendo delle idee chiare, non vivacchiando sugli equivoci. Noi non possiamo vergognarci di quello che abbiamo fatto quando eravamo al Governo: dai diritti civili a quelli sociali, dal JobsAct al taglio delle tasse, dalle riforme alla lotta all’evasione fiscale. E non vogliamo tornare indietro». Lo scrive Matteo Renzi nella enews. «Vogliamo una società più giusta ma per questo dobbiamo dare opportunità ai ragazzi, non sussidi. Esortarli a rischiare, non tenerli al riparo. Investire sull’intelligenza artificiale, sulla medicina personalizzata, sull’aerospazio, sui nuovi lavori. Ma tener vivi gli antichi valori, il senso del dovere e non solo dei diritti, la solidarietà e il volontariato. Noi vogliamo occupare lo spazio meno occupato della politica italiana, che non è lo spazio del ‘centrò ma lo spazio del futuro».«E per questo parliamo all’Italia Viva, quella che tutte le mattine alza il bandone per andare a lavorare, che mette la sveglia presto, che corre da una parte all’altra per dare una mano. La nostra prima proposta – con il ministro Elena Bonetti – sarà il Family Act, una grande iniziativa per contrastare la crisi demografica del nostro Paese, per dare più soldi ai figli, per dare più servizi ai genitori, per investire sugli asili nido e sul lavoro femminile». Ultimo aggiornamento: 17: 15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO
Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

© 2019 Il MESSAGGERO – C.F. e P. IVA 05629251009

Be taught Extra