Seleziona una pagina

(ANSA) – MILANO, 14 AGO – Luca Salsi ha 42 anni, gli piace
ascoltare Vasco e il pop “cantato bene” ma è soprattutto uno dei
baritoni più quotati del mondo. E a Ferragosto sarà protagonista
al competition di Salisburgo della nuova produzione di Simon
Boccanegra con la direzione di Valery Gergiev e la regia di
Andreas Kriegenburg. Un allestimento moderno, che, assicura il
baritono parmigiano, “funziona”. D’altronde “Verdi sono 150 anni
che si fa e visto che lui era moderno ci sta la
modernizzazione”, è “sempre attuale”. La cosa più importante
secondo Salsi è che arrivino le emozioni. Questo cerca di
trasmettere quando canta e per questo, è convinto, è meglio
andare a teatro che seguire su uno orderly cellphone. “”Un po’ per
fortuna, un po’ purtroppo abbiamo la tv, il cinema, net, la
radio – osserva – quindi perché uno dovrebbe andare a teatro?
per trascorrere una serata diversa da ogni altra. Quello che
funziona è la trasmissione dal vivo delle emozioni” altrimenti
bastano i dischi.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Read More