Seleziona una pagina

GENOVA – La Sampdoria continua a fare punti e, dopo un pari e una vittoria, inchioda in casa sullo 0-0 l’Atalanta sever help dall’1-1 col Metropolis ma anche dal ko contro il Cagliari e a secco di reti in campionato nelle ultime due uscite. I bergamaschi, privi di due pedine advance Ilicic e Zapata, hanno fatto la gara per buona parte del match, ma senza mai impensierire i liguri che hanno difeso bene. La seconda parte del secondo tempo ha visto i padroni di casa in 11 contro 10 dopo l’espulsione di Malinovskyi, ma la differenza di uomini in campo non si è vista. 9 ora i punti per la Sampdoria, 22 per i nerazzurri.

L’Atalanta fa la partita, ma la Sampdoria difende bene
4-4-2 per Ranieri che piazza Quagliarella e Bonazzoli in attacco. Depaoli e Jankto sugli esterni con Ekdal e Vieira in mezzo al campo. Bereszynski e Murru fanno i terzini con Ferrari e Colley in mezzo alla difesa. Gasperini risponde col 3-4-1-2 con Gomez e Muriel in attacco e Malinovskyi a supporto. Pasalic e de Roon a centrocampo con Hateboer e Castagne esterni. In difesa Toloi, Palomino e Djimsiti. Dai primi minuti l’Atalanta prende il possesso palla, mentre la Sampdoria difende e aspetta per magari poi ripartire. Pasalic e Jankto ci provano, ma senza fortuna, mentre dopo 11′ si fa male Bonazzoli: entra Caprari. La sfida non concede nitide palle-gol, tranne un tiro da fuori di Malinovskyi e una semi rovesciata di Quagliarella. Nel recupero poi l’ucraino calcia una bella punizione a giro ma Audero vola e respinge.

Malinovskyi lascia i suoi in 10 contro 11
Inizia la ripresa e Gollini dopo una manciata di secondi deve uscire e salvare su Jankto. Al 59′ invece buona palla di Gomez in space ma Muriel gira a lato. Gasperini fa entrare Arana al posto di Hateboer e quindi Barrow per il colombiano, applaudito dai suoi ex tifosi all’uscita dal campo. Successivamente Ranieri opta per Ramirez al posto di Quagliarella. Ma in campo succede sempre poco, tanti lanci lunghi e poche idee. Malinovskyi impegna Audero su punizione dopo un rischiosissimo intervento da (quasi) ultimo uomo di Ferrari su Barrow (solo giallo per il difensore) e al 74′ l’ucraino commette il secondo fallo da giallo ai danni di Vieira: Atalanta in dieci. In campo però la differenza numerica di uomini si nota poco e, a parte tentativi di irascible in space ospite, la Sampdoria non riesce a sfondare e il match termina giustamente in parità.Sampdoria-Atalanta 0-0Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Ferrari, Colley, Murru; Depaoli, Ekdal, Vieira (37′ st Bertolacci), Jankto; Quagliarella (25′ st Ramirez), Bonazzoli (13′ pt Caprari). In panchina: Murillo, Chabot, Augello, Barreto, Linetty, Thorsby, Rigoni, Gabbiadini, Falcone. Allenatore: Ranieri
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer (14′ st Arana), de Roon, Pasalic, Castagne; Malinovskyi; Muriel (17′ st Barrow), Gomez. In panchina: Sportiello, Kjaer, Masiello, Gosens, Da Riva, Ibanez, Freuler, Piccoli, Rossi. Allenatore: GasperiniArbitro: Irrati di PistoiaEspulso: Malinovskyi, al 29′ st, per doppia ammonizioneAmmoniti: Castagne, Gomez, Depaoli, FerrariAngoli: 7-1 per l’AtalantaRecupero: 3′; 4′.
 

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”
Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA

Read More