Seleziona una pagina

GENOVA – Un’occasione sprecata, almeno guardano la classifica. Claudio Ranieri rimanda la sua prima vittoria con la maglia della Sampdoria e resta all’ultimo posto della classifica dopo 10 giornate. A Marassi finisce 1-1 il turno infrasettimanale tra i blucerchiati e il Lecce con gli uomini di Liverani che per poco non sfiorano il colpaccio. Un successo avrebbe risvegliato la classifica blucerchiato visto le sconfitte di tutte le squadre che la precedono, ma così non è stato. Solo un gol di Ramirez nel recupero e convalidato dalla gol line tecnology, ha permesso ai liguri di evitare il peggio.

Lapadula, primo gol col Lecce
E’ della Sampdoria la prima palla gol della partita con Bonazzoli, servito in verticale da Depaoli, che si lascia ipnotizzare da Gabriel in uscita. 5′ dopo, però, il Lecce passa in vantaggio con Lapadula, bravo a scambiare al limite con Shakhov e a infilare Audero sul secondo palo. Ci mette qualche minuto la squadra di casa a riprendersi e a rendersi pericolosa dalle parti di Gabriel. Prima Bertolacci dalla distanza impegna l’estremo brasiliano, poi Barreto dal limite calcia centralmente. Nel finale è ancora Bonazzoli con una deviazione sotto misura a costringere l’ex Milan a deviare il pallone in angolo dopo una grandissima. Nel recupero del primo tempo accade di tutto: Falco colpisce la traversa, Ferrari viene espulso per fallo di mano e viene assegnato un calcio di rigore per il Lecce. Passa qualche minuto e Guida, dopo aver consultato il Var torna sui suoi passi, e annulla il penalty ai salentini, togliendo il rosso al centrale di casa.

Ramirez evita il peggio
Scampato il pericolo, Ranieri nella ripresa manda subito in campo Ramirez e la mossa si rivelerà vincente. Almeno nel finale, perché per buona parte del secondo tempo è sempre il Lecce a rendersi pericoloso. Al 72′ l’episodio che cambia le sorti del match: Tachtsidis, già ammonito nel recupero del primo tempo, commette un fallo inutile sul neo-entrato Rigoni, secondo giallo e Lecce in dieci. La squadra di Liverani regge l’urto, poi nel finale arriva l’assalto blucerchiato. A 7′ dal 90′ Quagliarella si inventa un colpo dei suoi: colpo di tacco a correggere la traiettoria di un tiro da fuori di Leris, Lucioni devia in angolo quasi per caso. 3′ più tardi ancora Quagliarella, questa volta di testa, manda sul fondo. Al 92′ su un angolo per i padroni di casa, Ramierz si libera del proprio marcatore e di testa schiaccia in rete. Petriccione salva apparentemente sulla linea, ma Guida convalida su segnalazione della tecnologia. E’ l’ultima azione di un match che non vede né vincitori, né vinti, ma che non permette alla Samp di lasciare la coda della classifica.SAMPDORIA-LECCE 1-1 (0-1)SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Depaoli, Ferrari, Colley, Murru; Barreto (dal 1′ s.t. Ramirez), Ekdal, Vieira; Bertolacci (dal 21′ s.t. Leris); Bonazzoli (dal 21′ s.t. Rigoni), Quagliarella. A disposizione: Falcone, Avogadri, Augello, Chabot, Jankto, Caprari, Murillo, Gabbiadini, Bereszynski. Allenatore: Ranieri.
LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Meccariello (dal 42′ s.t. Rispoli), Lucioni, Rossettini, Dell’Orco; Tabanelli, Petriccione, Tachtsidis; Shakhov (dal 24? s.t. Mancosu); Falco, Lapadula (dal 24’s.t. Babacar). A disposizione: Vigorito, Riccardi, Vera, Dumancic, Dubickas, Calderoni, La Mantia, Rimoli, Imbula. Allenatore: Liverani.ARBITRO: Massa di Imperia.MARCATORI: p.t. 8′ Lapadula; s.t. 45′ 2 Ramirez.NOTE: ammoniti al 28′ p.t. Ekdal, al 43′ p.t. Petriccione, al 9′ s.t. Meccariello, all’11’ s.t. Ferrari, al 29′ s.t. Vieira e al 31′ s.t. Depaoli; espulso al 27′ s.t. Tachtsidis; recupero 3′ p.t. e 4′ s.t.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”
Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA

Read Extra