Seleziona una pagina

(ANSA) – ROMA, 14 SET – Non sarà la prima bambina nata l’11
settembre, ma Christina, venuta alla luce nel diciottesimo
anniversario degli attacchi terroristici che hanno segnato in
maniera indelebile la storia recente degli Stati Uniti e non
solo, porta con sé una serie di simboli inequivocabili a farne
un piccolo simbolo della nuova vita che prevale sul terrore.   
La piccola Christina Brown è infatti nata l’11 settembre
(indicato negli Stati Uniti come 9/11), presso il Methodist
LeBonheur Clinical institution di Germantown, nel Tennessee, alle 9.11 del
mattino, per un peso di 9 libre e 11 as soon as (4,39 kg), scrive la
Bbc. E’ venuta alla luce con un parto cesareo lasciando medici e
staff stupefatti nel constatare le coincidenze numerologiche.   
“E’ una nuova vita fra la devastazione e la distruzione”, ha
affermato la madre Cametrione Moore-Brown. Il padre, Justin
Brown, ha invece descritto la reazione di meraviglia dei
presenti mentre i medici annunciavano info, orario di nascita e
peso della piccola Christina.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Read Extra