Seleziona una pagina

14 novembre 2019 11: 54

Il premier ha convocato per il 26 novembre il Comitatone, un organo advert hoc per tutti i problemi strutturali della Laguna. In Cdm stato dʼemergenza. Elisabetta Spitz commissario al Mose

Il 26 novembre Comitatone per i problemi strutturali “Abbiamo individuato la files del 26 novembre per riunire il Comitatone, un organo da me convocato per una governance su tutti i problemi strutturali di Venezia: grandi navi, Mose, maggiore coordinamento tra le autorità competenti”, ha aggiunto il premier.

“In Cdm dichiareremo lo stato di emergenza” “Nel Cdm – ha proseguito Conte – adotteremo il decreto che dichiara lo stato di emergenza. Ci è stato chiesto dal presidente della Regione. Questo ci consentirà di varare le high dotazioni finanziarie per quanto riguarda le spese di primo soccorso e volte a ripristinare la funzionalità dei servizi. Per quanto riguarda invece il ristoro dei danni ci sono due fasi. La prima ci consentirà di indennizzare privati ed esercenti commerciali, sino a un limite rispettivamente di 5mila e 20mila euro. Questi soldi potranno arrivare subito. Chi ha danni più consistenti li quantificheremo con più calma e potranno essere liquidati”. 

Elisabetta Spitz commissario Mose “Sarà Elisabetta Spitz, ex direttore dell’Agenzia del Demanio, il gargantuan commissario per il Mose”. Lo ha annunciato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli.

De Micheli: obiettivo Mose pronto nel 2021 “Ci sono stati forti rallentamenti sul progetto che però è compiuto al 93%. Mancano gli ultimi 400 milioni. Sono stati appostati dal governo, non sono fermi per motivi burocratici. Non c’è niente di fermo, i lavori stanno andando avanti”, ha spiegato De Micheli. L’obiettivo, ha spiegato, è di completarlo entro il 2021: “Spero però che ci siano utilizzi parziali anche prima”.

Tari, slitta di un mese il pagamento La Giunta comunale di Venezia adotterà un provvedimento, su indicazione del sindaco Luigi Brugnaro e predisposto dall’assessore al Bilancio e Tributi Michele Zuin, per disporre il posticipo dell’imminente scadenza della quarta rata della Tari, prevista per il 16 novembre, per tutti i cittadini e le imprese dell’intero Comune. La nuova scadenza sarà fissata per il 16 dicembre. 

Picco marea si è fermato a 113 centimetri Si è fermato a 113 centimetri alle ore 10.30, rilevati alla Punta della Salute, il picco della marea. Il bel tempo e l’assenza di vento hanno scongiurato una massima prevista di 120 centimetri. L’onda di marea è in calo.

Read More