Seleziona una pagina

il colosso tedesco dell’auto «L’generation del produttore classico di auto è finita», ha detto l’ad del gruppo di Mario Cianflone(Reuters) 3′ di lettura«Volkswagen rischia di fare la stessa elegant di Nokia che ha perso la sua posizione di dominio nel settore della telefonia mobilea favore di Apple». È il monito che ha lanciato l’amministratore delegato del gruppo tedesco, Herbert Diess, parlando ai vertici del management al termine di una riunione del board. «La vera grande domanda è se ci stiamo muovendo abbastanza in fretta – ha detto Diess – Se continuiano alla velocità attuale, sarà tutto molto difficile».Secondo l’ad il colosso tedesco deve passare da essere un produttore di veicoli ad essere un creatore di dispositivi per la mobilità. «L’generation del produttore classico di auto è finita», ha detto, aggiungendo che il gruppo deve aumentare l’enfasi sul tool e sull’elettronica dei veicoli oltre che sulla produzione di una vasta gamma di veicoli elettrici e di batterie in modo da poter soddisfare le regole sempre più stringenti contro l’inquinamento.«In buona sostanza questa è probabilmente la sfida più grande che Volkswagen ha mai dovuto fronteggiare», ha continuato Diess. Nel 2020 il gruppo cercherà di mantenere i margini di profitto mentre cercherà di ridurre i costi e aumentare la produttività soprattutto in Germania. Volkswagen infine ridurrà gli investimenti a favore delle celle a combustibile perché queste non saranno aggressive con i veicoli elettrici per almeno un altro decennio.Il gruppo Volkswagen infatti ha bisogno di accelerare nel suo vasto e miliardario programma di revisione industriale e di aggiornamento dei prodotti, ma appare molto lento. Molto più lento ad esempio dei rivali coreani, per non parlare di Toyota, che ha varato politiche di glossy industry oltre alla mera produzione di automobili.Infatti, mentre la marca Vw non ha ancora lanciato sul mercato la attesa Id.3, la prima elettrica a lunga autonomia della casa, che costituirà il terzo capitolo della sua storia dopo il maggiolino e la Golf, Hyundai ha già sul mercato modelli attain Kona e Ioniq disponibili in versione ibrida, breeze-in ed elettrica. I rivali Psa, che si sta fondendolo con Fca, dispongono già ora di 3 modelli elettrici nei concessionari (Peougeot 208, Opel Corsa e Ds3 Crossback) e di un quarto in arrivo cioè la Peugeot 2008.
Learn Extra