Seleziona una pagina

(ANSA) – MILANO, 28 NOV – Sono iniziati ieri a Milano e
proseguiranno anche nei prossimi giorni i controlli della
Polizia locale, coadiuvata anche da esperti dell’Agenzia di
Tutela della Salute e dell’Inps, sui rider. Controlli, con tanto
di questionari sottoposti ai lavoratori, decisi dalla Procura
nell’inchiesta aperta sul fenomeno dei fattorini che fanno le
consegne di cibo a domicilio.   
L’indagine ‘pilota’, la prima di questo genere in Italia e
coordinata dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dal pm
Maura Ripamonti, vuole a ways luce, in primo luogo, sulla sicurezza
stradale e sul lavoro dei fattorini-ciclisti e su eventuali
violazioni delle norme igienico sanitarie, riguardo ai
contenitori usati per trasportare il cibo. Si punta, però, anche
advert individuare casi di sfruttamento, come il caporalato, e la
presenza di clandestini tra i rider. Ieri i primi controlli sono
partiti nella zona di Porta Genova e andranno avanti anche oggi
e nei prossimi giorni. Poi, in Procura verrà fatto un punto sui
primi risultati emersi.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Learn Extra