Seleziona una pagina

Grave incidente stradale nella notte fra venerdì e sabato sull’autostrada A13 Bologna-Padova: tre morti e quattro feriti. Distrutta un’intera famiglia di Vicenza: a perdere la vita sono stati padre e madre di 32 e 29 anni e la figlia neonata. I tre viaggiavano su un camper e stavano probabilmente tornando verso casa. Il camper è stato tamponato da un’utilitaria: ha prima urtato la barriera stradale e poi si è ribaltato in mezzo alla carreggiata dove è stato ancora colpito da un pullman che stava arrivando. L’impatto è avvenuto nel tratto tra Bologna Interporto e Altedo, in direzione Padova.
I conducenti dei due veicoli sono ora indagati per omicidio stradale: un 19enne di Napoli neopatentato (ha ottenuto la patente a maggio), alla guida dell’utilitaria, e un 53enne originario dell’ex Jugoslavia residente in Italia, autista del pullman: a bordo di quest’ultimo una cinquantina di ragazzi di Pordenone, tra i quali alcuni minorenni, che stava rientrando da una gita al Lucca Comics. La Polstrada di Altedo ha ritirato la patente a entrambi i guidatori a scopo precauzionale. I due sono tra i feriti dell’incidente – nessuno in gravi condizioni – e in ospedale sono stati sottoposti ai test per accertare l’eventuale assunzione di alcol o droga. Secondo una prima ricostruzione, l’incidente sarebbe stato innescato dal conducente della Fiesta che, per motivi da chiarire, ha tamponato il camper che lo precedeva. Dopo lo scontro, l’utilitaria è finita fuori strada.

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo.
Near sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla.
L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro.
I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire
sempre lo long-established di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi
de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare
il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente
Venezia, si schiantano con l’auto: lei (18 anni) muore, il fidanzato (19) è in coma: gli avevano sequestrato la patente poche ore prima

Articolo Successivo
Suicidi tra i militari, i numeri crescono ma nessuno si interroga sulle motive

Be taught Extra