Seleziona una pagina

C’è una storia nella storia di questo nuovo episodio terroristico. L’aggressore, prima dell’arrivo della polizia, è stato affrontato e bloccato da alcuni civili. Uno di questi eroi, che si è buttato addosso al terrorista cercando di salvare la vita di una donna, è James Ford, un assassino che da poco ha ottenuto – come il terrorista – la libertà vigilata.

lo rivela il Mail online. Uno strano gioco del destino ha voluto che proprio lui, condannato per aver ucciso una donna a coltellate, diventasse eroe per un giorno per aver difeso una donna dal coltello di Usman Khan. Ora 42enne, Ford è stato incarcerato a vita – con una pena minima di 15 anni – nell’aprile 2004 per l’omicidio di Amanda Champion, strangolata e sgozzata: il suo corpo fu  trovato abbandato su un mucchio di rifiuti vicino alla sua casa di Ashford, nel Kent, nel luglio precedente. Aveva 21 anni, ma un’età mentale di 15.

in riproduzione….

Ai tempi del delitto la polizia non aveva indizi, la svolta nelle indagini arrivò quando un dipendente dei Samaritani – infrangendo la rigorosa politica di riservatezza dell’organizzazione – confidò alla polizia che Ford (allora operaio in fabbrica e lottatore amatoriale) aveva telefonato decine di volte confessando di avere ucciso una ragazza e minacciando di suicidarsi.
I parenti della donna uccisa hanno saputo solo ieri, vedendo i video in televisione, che abilities stato liberato. Commentando l’accaduto, hanno dichiarato di non considerarlo affatto un eroe, ma un assassino. E di essere contrari alla sua liberazione.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”
Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA

Read More