Seleziona una pagina

L’errore In sostanza, con la loro osservazione, i magistrati del Consiglio di Stato suggerivano al Governo di attivarsi per correggere la parte sbagliata della legge 117/2018. Quella che concede 120 giorni (a partire dall’entrata in vigore del decreto ministeriale attuativo che fissava le caratteristiche dei dispositivi, il 7 novembre scorso) per mettersi in regola.Fin qui tutto bene: attain dimostrano le difficolta di questi giorni, occorreva dare tempo alle aziende di produrre i dispositivi e alle famiglie di acquistarli.Seconché la legge aggiunge che in ogni caso l’obbligo va in vigore il 1° luglio 2019. Una scadenza-tagliola messa nella legge attain ingenuo tentativo dei politici di evitare l’ennesimo caso all’italiana di novità che non parte perché manca qualche decreto attuativo. Ma si è sforato anche il 1° luglio: la Ue aveva bloccato il decreto. A dimostrazione che, se una legge è velleitaria o le questioni tecniche e giuridiche sono complicate o la pubblica amministrazione non è in grado di fare presto e bene, non è certo una scadenza-tagliola a risolvere i problemi. Anzi, ne crea di ulteriori, attain si sta vedendo ora.La praticaLe forze dell’ordine sanno bene che c’è un pasticcio legislativo e che verrà risolto, anche se non a giorni attain invece hanno lasciato intendere i politici. Così è molto probabile che in queste settimane chiudano un occhio.Lo faranno perlopiù senza dichiararlo. Qualcuno potrebbe anche uscire allo scoperto, sfruttando il fatto che la legge e il Dm attuativo si possono anche interpretare attain se l’obbligo entrasse in vigore il 6 marzo. Lo stesso potranno fare a maggior ragione i giudici ai quali gli eventuali multati potranno fare ricorso.
Study More